Post

Visualizzazione dei post da Settembre, 2009

Una strana "parità"...

I giochini e gli strani scherzi che genera il paritarismo odierno sono infiniti.
Per esempio mi piacerebbe avere una delucidazione in merito a questi due articoli:

http://www.kila.it/archivio-notizie-in-primo-piano/una-giunta-di-sole-donne-una-cosa-normale-4.html

http://www.ansa.it/opencms/export/site/visualizza_fdg.html_1674755222.html

Non capisco come mai una giunta di sole donne va bene mentre di soli uomini no. Magari sarà per via della "parità" tra i sessi...


L'ostaggio economico, una lettera a Il Manifesto

Gentili signori,

ho 35 anni e qualche volta in passato ho letto il vostro giornale, ma soprattutto a volte leggevo Le Monde Diplomatique perché mi piaceva la politica estera (invece di pensare a far soldi, che coglione che sono vero?). Ho notato che vi interessate molto di problematiche sociali, poveri, poveretti, emarginati e via dicendo. E come tutti i soggetti che hanno a cuore le faccende sociali vi occupate di categorie quali disoccupati, senza tetto, lavoratori e via dicendo. Bene, benissimo! Ma perché nessuno si occupa dei casi come il mio?

Mi spiego.
A 35 anni vivo ancora alle spalle di mamma e papà. Che schifo direte voi. Questo è un buono a nulla, uno scansafatiche, un figlio di papà che non gliene tiene di fare una ceppa. Calma calma. A parte che se è vero che sarò un figlio di papà è ancor più vero non sono di famiglia ricca. Mio padre era impiegato e ora è pensionato e mia madre è casalinga. Ma ci sarebbe da dire, cosa che molti stentano a crederlo, che non è per mia genuina…

Patetismo a sud....

Ecco un segno della "intelligenza" umana, un articolo dal blog delle scoiattoline indifese che mostra quanto la paranoia, la frustrazione, la miseria, la pochezza e la piccolezza subumana sia sconfinata oggi giorno.

Che tenerezza! Povere cucciolotte, sempre perseguitate e villipese!

In pratica, sintetizzando il brodo logorroico di questa cortina fumoggena di parole lunga un kilometro e più, costoro non sanno che inventarsi per mettere a zittire chi fa loro notare che ciò che scrivono sono delle emerite scemenze.

Sono proprio ridicole e patetiche. Fanno ridere!
Suggerisco loro di andare da paparino a farsi medicare la bua così che, mentre fa loro tanti tanti coccolini, dirà che è tutto a posto, che tutto si risolverà per il meglio, che è stato un brutto sogno e che sono delle principessine in gamba a cui il mondo deve esser loro perennemente grato di non so che cosa.... Beh, magari della loro "splendida", "profumata" e "igienica" fessurina intergamba…

Sull'anticlericalismo odierno

Trovo la maggior parte delle argomentazioni degli anticlericali odierni, seppure spesso ammantate di toni intellettualistici, fondate sulle basi di un concetto fin troppo ludico della vita. Un "ludismo" per giunta sterilizzante. Guardiamo un po' quali sono i "modelli alternativi" proposti (e spesso sostenuti con una pretesa di "rispetto" se non di devozione direi di tipo religioso...) oggi dalla cultura "laica" (ma sarebbe meglio definirla pseudolaica): i gay, i travestiti, le donne in "carriera" ("carriera" magari consistente nel diventare modelle, veline e via dicendo), tutti modelli "ludici" e... sterili, ossia che scoraggiano la perpetuazione della vita attaccando quello che loro considerano il "grande mostro medievale" ossia la tanto odiata famiglia tradizionale, quell'istituzione atta alla procreazione.
Ma guardiamo un po' da vicino le cose: i gay per esempio rappresentano si e no il 5-10%…

Il "pensiero positivo" è femminile?

Frasi tipo "La vita te la costruisci da solo", "Puoi realizzare tutti i tuoi sogni", o il vecchio "volere è potere" e il semplice "la vita è bella" e via dicendo, le sento dire molto più dalle donne che non dagli uomini i quali mi sembra abbiano in genere una visuale molto più problematica dell'esistenza.

Molti negheranno questo, molti altri affermeranno che se è vero è perché le donne sono più "determinate", più "ottimiste" di "natura" degli uomini e via dicendo.
Io invece sostengo che ciò è dovuto al fatto che le donne oggi sono molto più favorite in tutti i campi della vita, aldilà delle solite ciarle femministiche che ancora oggi si sentono in giro.