Wikipedia e la sindrome del clone


Nella costellazione linguistica di internet troviamo varie “stranezze”, cose che avevamo appreso a definire con un certo nome ce lo ritroviamo con un nome diverso, ingleseggiante. Così un clone in internet è un “fake”, un discorso diventa un “topic”, un vandalo diventa un “troll” e via dicendo.
Ma chi crede che la “creatività” informatica si fermi qui si sbaglia di grosso perché c’è un “angolo” di internet in cui nomi e concetti assumono significati ancora più sorprendenti. In Wikipedia quello che in genere è un fake diventa un “sock pupet” (prego signori, togliamoci il cappello davanti a codesto personaggio!), un amministratore, che in internet diventa un admin, diventa un sysop, un’opinione personale diventa un POV che deve essere invece sostituita da un NPOV e se esponi qualche punto di vista personale su un certo argomento ti arriva un messaggio nella pagina delle discussioni della pagina utente con un avviso WNF con tanto di link che porta a un particolareggiato articolato in cui si spiega che wikipedia non è un forum.
E così ogni due o tre mosse che fai su wikipedia ti arrivano due o tre link di pagine relative a regolamenti, circolari, articolati vari che per leggerli tutti ci vorrebbero un paio di mesi e una specializzazione in comunicazione. Regolamenti che poi all’occorrenza vengono facilmente derogati dagli admin… ops, dai sysop che devono disfarsi di utenti scomodi.

Ed ecco la mia storia, e non solo mia.
M’iscrissi a wikipedia nel settembre 2007 col mio classico nick Giubizza per contribuire alla redazione di alcune voci già esistenti e alla stesura di altre voci. Ebbi alcuni scambi di opinione con un utente, Rhockher, il quale si interessava anch’egli di queste voci. Datosi che questo utente spesso mi ostacolava iniziai a rispondergli un po’ per le rime ma commisi il madornale errore di trattare da mio pari un membro di una categoria protetta, un femminista travestit… ehm volevo dire transgender, sarebbe a dire un uomo che si crede donna. Inutile precisare quanto gli admin… ops, i sysop wikipediani abbiano visto il mio gesto come atto di blasfemia e lesa maestà, aver osato mettere in discussione e aver trattato da pari un individuo “alternativo”, “moderno”, “trasgressivo”, e magari anche “disagiato” (forse in preda a contorte turbe mentali e crisi di identità) insomma un membro di un ceto superiore, di una “razza” eletta apportatrice di nuove, ma che dico nuove! di vere e sacrosante verità a cui l’arretrata e patriarcale società italica dovrebbe sottomettersi supina e favorire a ogni piè sospinto per poter uscire dall’era dell’oscurantismo ed entrare una buona volta in un’epoca di avanguardistiche e vaste aperture mentali e di una tanto osannata e sbandierata tolleranza (ossia nel sopportare le più assurde idiozie senza poter controbattere nulla).
Ma il guaio era fatto. Fui subito messo sotto processo per direttissima. Ora per i provvedimenti “disciplinari” wikipediani sono previste apposite procedure. Si apre una pagina apposita dedicata alla discussione di un utente “problematico” e va subito informato il diretto interessato. Dopodiché un certo provvedimento va votato in un’apposita pagina e, una volta presa la decisione, va applicato il relativo provvedimento che, in un contesto normale, quello è e quello rimane. Tutto questo vale per le trasgressioni “normali”. Per un utente scomodo e blasfemo come il sottoscritto invece è stata attuata un’altra “procedura”, se così vogliamo chiamarla.
Venni informato della discussione in corso quando la decisione era già stata presa da un paio di admin… ops, volevo dire sysop: sospensione per tre giorni.
Quindi contattai per e-mail gli admin… ops, i sysop che avevano preso quella decisione cercando di far valere le mie ragioni e in tutta risposta la sospensione mi fu “allungata” a una settimana da un (uno solo) admin… ops, volevo dire sysop, KS! E questo non per un comportamento tenuto su wikipedia da cui ero già stato sospeso e quindi impossibilitato a partecipare alla discussione, ma per un’azione che avveniva al di fuori dell’ambiente in cui valeva il “regolamento” a cui avrebbero fatto appello gli admin… ops, i sysop.
Quindi inviai altre e-mail per chiedere spiegazioni, e in tutta risposta la sospensione mi fu prolungata a un mese dal mitico Piero Montesacro, fino a che venne il supereroe M7 a sospendermi per sempre!
Pensate: un provvedimento che viene modificato una volta che è già stato preso (con procedimenti di dubbia conformità a quel regolamento a cui fanno appello gli admin… ops, i sysop quando fa comodo loro) e di volta in volta un admin… ops, un sysop lo allungava fino alla sospensione definitiva per via di azioni intraprese al di fuori di wikipedia, azioni consistenti nel far valere le proprie ragioni. Il tutto nello spazio di una giornata.
Immaginate un po’ se un tribunale emettesse una sentenza informando l’imputato quando è già stata emessa e poi, dopo che l’imputato, magari all’estero, cerca di spiegare le proprie ragioni, la sentenza viene via via aggravata da altri giudici fino a giungere all’ergastolo…

La mia esperienza con wikipedia terminò qui e da allora non ho più avuto a che fare con questa perla di sapienza, non ho più aperto una sola pagina di questa “gaudente” “enciclopedia” né me ne sono più occupato.
Ma il 9 aprile 2009 mi giunge un commento sul mio blog da parte di una certa Marta B. di Caivano che si firma col nick Galaxy.
Messomi in contatto e-mail con costei accedo alle pagine indicatemi e scopro che “io” avrei, a detta dei geniacci wikipediani, partecipato (senza saperlo) a certe voci “delicate” (leggi: faziose) creando dei fake… ops, volevo dire dei sock pupet (prego signori inchinatevi a cotanto personaggio).
L’utente Galaxy aveva esposto alcune perplessità nelle pagine di discussione di alcune voci, alcune delle quali avevo contribuito anche io a redigere, e venne segnalata dal grande genio (in scemenza) Vituzzu e bannata dal super eroe (altrettanto in scemenza) M7, degno compare del genio.
Se diamo una scorsa alla relativa pagina di discussione notiamo la stessa “sete di sangue”, la stessa assenza di regole e procedure degne di questo nome e la stessa baldanzosa ignoranza che aveva caratterizzato la mia espulsione da wikipedia.

E non è tutto.
Seppi inoltre che si era iscritto a wikipedia un certo Roberto Micarelli col nick Guit che venne scambiato per un fake… ops, sock pupet (prego signori, togliamoci il cappello a codesto personaggio!) di Galaxy.
Si era iscritto anche un certo Andrea Bianchi di Milano col nick di Clarabella1972 e che fu subito bannato perché scambiato per un mio fake… ops, volevo dire sock pupet (prego signori inchinatevi a cotanto personaggio).
Ora la cosa è strana: Guit è Galaxy, Clarabella sono io, io sono Galaxy… Marta è Roberto, Andrea sono io, Marta sono io… io sono tutti, insomma! Avrei agito contemporaneamente con diversi nick, cavolo!
E così io sono uno e quattro persone, sono peggio del padreterno: uno e quattro in uno invece che uno e trino.

Per non parlare dell’ignoranza dimostrata da admin… ops, sysop come Vituzzu il quale affermò, come “valida argomentazione” sulla corrispondenza di persona tra me e Galaxy, che non solo questi utenti avrebbero asserito le stesse cose dette da me riguardo l’antifemminismo e la questione maschile di cui mi occupai anche io in passato, ma di aver letto certe “tesi” al riguardo solo sul mio blog. Il tutto non lesinando su vere e proprie offese e frecciatine insulse e ben poco “enciclopediche” rivolte alla mia persona, offese e frecciatine da cui traspare quasi un astio nei miei confronti, tanto da aver fatto sospettare Galaxy che tra me e questo Vituzzu (il quale non ho mai avuto il dispiacere di conoscere) vi fossero questioni personali in sospeso.

Ora, nel leggere i vari interventi di questi miei presunti alter ego, ho notato invece che molte asserzioni fatte da Galaxy, Guit e Clarabella differiscono di non poco sia tra di loro che dal mio modo di vedere certe cose. Inoltre basterebbe cercare su Google questi argomenti per trovare una marea di siti, forum, blog e quant’altro sull’argomento, tutti con posizioni diverse.
A meno che io non abbia personalità multiple e non sia allo stesso tempo il gestore di siti come L’Antifeminist, magari sono anche il fondatore e unico utente dei forum sulla questione maschile, di siti come Maschi Selvatici e Uomini 3000 (siti di cui condivido ben poco le posizioni) e, perché no? io sono Warren Farrell e Claudio Risé (con qualche anno di meno…)!

Tutta questa confusione tra persone e idee è dovuta al fatto che persone ignoranti e ottuse come gli admin… ops, volevo dire i sysop wikipediani, i quali pretendono di “gestire” un portale “culturale” insozzandolo con le proprie amenità ideologiche, nel momento in cui qualcuno fa loro notare la faziosità e l’incompetenza su cui si regge il loro operato, viene visto come “nemico” da abbattere e non ha importanza il modo con cui viene evidenziata la fallacità del loro operato, né eventuali opinioni espresse.
Ciò che conta è solo che si tratta di un “Altro”, di un approccio diverso e magari più lucido e obiettivo a certe questioni, un approccio slegato da chiusure ideologiche e di parte. Questo Altro, questo “diverso” è ovviamente osteggiato da chi ha una mentalità estremamente totalitaria. Così queste argomentazioni fastidiose vengono ricondotte in un “pensiero unico” che in realtà unico non è, non quanto lo è quello degli admin… ops, volevo dire sysop wikipediani.

E non finisce qui!
Qualche tempo dopo il suo ban, Roberto Micarelli, che si era iscritto col nick Guit, cerca di spiegare nella mailing list di Wikipedia che lui non è me. Il mitico M7 allora gli risponde: “Mi spiace, è difficile considerare positivamente un'utenza registrata per protestare contro una presunta censura (leggi, votazione sulla cancellazione di una pagina), soprattutto quando sottende una sorta di “chiamata alle armi" o un intervento da parte di persone interessate attivate ad hoc e la cui interdipendenza è rilevabile dalla cronologia.
Ah, a proposito... Una lettura accurata di
http://it.wikipedia.org/wiki/Aiuto:Cosa_vuol_dire_%22libera%22%3F potrebbe aiutare a sfatare alcuni miti relativi al significato di "libera". Come già detto, la riproposizione di contenuti cancellati con votazione non è ammessa e - se reiterata - si configura come vandalismo. Dal momento - inoltre - che non risulta alcun altro intervento per l'utenza di cui chiedi lo sblocco, http://it.wikipedia.org/wiki/Speciale:Contributi/Guit ribadisco che non vedo alcuna motivazione nella tua richiesta”
.
Sarebbe a dire: “Mi arrampico sugli specchi pur di non ammettere il vero motivo del ban, ossia che dite cose che danno fastidio al nostro pensiero(?) e alla nostra occulta attività di disinformazione e indottrinamento ideologico che portiamo avanti su Wikipedia”.

In realtà quella del clone è solo una scusa per disfarsi in maniera sbrigativa di utenti scomodi che attaccano in maniera decisa e pericolosa il sozzume ideologico portato avanti dai mafiosetti che gestiscono quella che dovrebbe essere un’enciclopedia virtuale e che grazie a questi mafiosetti è diventata un compendio di imbecillità sottumana.
La questione è molto facile: prima si crea un precedente bannando in maniera sbrigativa un certo utente scomodo, magari provocandolo al fine di farlo reagire in maniera “violenta”, poi si accusano altri utenti che presentano qualche punto in comune con questo di essere suoi cloni. Quindi, con l’ausilio dell’assurda regola che vieta agli utenti bannati di riscriversi, vengono eliminati in blocco sbrigativamente tutti gli utenti scomodi accusati di essere fake… ops, volevo dire dei sock pupet (prego signori inchinatevi a cotanto personaggio) del primo.
Ed ecco come la mafietta di wikipedia va avanti.

Da vedere anche la gestione degli admin… ops, volevo dire sysop problematici.
Su Wikipedia è prevista, cosa che si addice a criteri di gestione leali, l’apertura di segnalazioni da parte degli utenti di quegli admin… ops, volevo dire sysop che agiscono in maniera scorretta (ma tu guarda!). Ma è una procedura pericolosa perché oltre al fatto che quasi mai nessun provvedimento viene preso contro gli admin… ops, volevo dire sysop, spesso l’utente che ha fatto la segnalazione si ritrova invece “punito” lui stesso. Pensate un po’ se qualcuno fa una denuncia verso una persona e poi alla fine del processo il giudice invece di condannare l’imputato condanna il denunciante… perché ha fatto la denuncia.
L’admin… ops, volevo dire sysop Vituzzu, forse tra i più prepotenti, mafiosi e ignoranti, è stato segnalato diverse volte da diversi utenti e mai che sia stato “punito”, ma spesso gli utenti che lo hanno segnalato sono stati “puniti” per averlo segnalato. Sono cose che succedono quando ci sono in mezzo i cumparielli…

E ci aggiungerei anche il caso della voce “Antifemminismo”, curata tempo fa dal sottoscritto sulla base di testi di autori di riguardo come Warren Farrell e cancellata perché… faziosa e priva di fonti, in wikipediano io scrivevo dei POV. Pensate un po’ che il sottoscritto non ha mai fatto parte di movimenti o associazioni antifemministe, né si è mai dichiarato aderente a chicchessia dottrina o scuola di pensiero, eppure la voce è stata classificata come “parziale” e “faziosa” come chi l’ha curata. Per non parlare poi delle “enciclopediche” accuse di misoginia e compagnia bella…
Ora fin qui la cosa può sembrare anche “normale”, volendo, se non fosse per il fatto che voci come “Femminismo”, “Queer”, “Transgender” e “Violenza di genere” sono state curate dall’utente Rhockher il quale si dichiara nella sua home femminista, travest… ehm volevo dire transgender (che in policorrettese vuol dire appunto un uomo che si veste da donna e magari si prostituisce pure). E queste voci, redatte da un femminista travest… tansgender dichiarato, sono considerate “accurate” e soprattutto… “imparziali” (sic!), che in wikipediano si dice NPOV. Un po’ come se un adepto del Ku Klux Klan scrivesse una voce imparziale e accurata sul razzismo…
Ma nel mondo wikipediano avviene anche questo, che chi non fa capo a scuole di pensiero di sorta sia fazioso e chi invece si dichiara apertamente seguace di una certa ideologia scriva voci imparziali.

E non pensiate che io sia il solo ad aver notato delle “anomalie” in Wikipedia. Basta fare una piccola ricerca per trovare un bel po’ di voci critiche nei confronti di quella che potrebbe essere una buona iniziativa ma per il momento è solo il territorio propagandistico di alcuni capuzzielli rionali.
Le birichinate di wikipedia vanno dalla faziosità al ricatto.

Ecco alcuni testi interessanti:

Il fascismo di wikipedia
La bufala di wikipedia italiana
Wikipedia e la scarsa considerazione
Considerazioni su voci considerate “fastidiose” dai boss wikipediani
C’è anche un blog: http://wikipediaitalia.blogspot.com/
E pare che un ricercatore fu ricattato dai Wikipediani i quali pubblicarono una voce con notizie negative su di lui e, contattati da costui, gli offrirono di correggere la voce in cambio di dieci mila dollari...

Le “anomalie” wikipediane, inoltre, non sfuggono a quelli del blog Perle complottiste i quali hanno seguito negli ultimi due anni le attività cosparse di incompetenza di Wikipedia Italia e, pur denunciando (e direi spesso a ragione) ogni teorizzazione su presunti complotti non possono fare a meno di denunciare in vari articoli del loro blog l’esistenza di una sorta di complotto tra vari capuzzielli wikipediani:

Vittime del terrorismo, vittime di Wikipedia
Wikipedia: c’è pure Giavcomot
Atlantropa e Antonio Caracciolo su Wikipedia
Massimo Mazzucco su Wikipedia
Le lunghe ombre del negazionismo su Wikipedia
Le lunghe ombre di Erwin Thule su Wikipedia
Wikipedia: Piero Montersarchio (seconda parte)
Segnali di fumo da Wikipedia
Wikipedia si chiude a riccio
Wikipedia: giù le mani dalla vetrina
Wikipedia: Piero Montesarchio (prima parte)
Wikipedia: adesso si fa sul serio
Wikipedia: Signori e Nossignori
Wikipedia cita le fonti…
Wikipedia: Giulietto Chiesa e Zero
Wikipedia e il complotto degli Scud
Wikipedia e il World Trade Center
Wikipedia con dolcezza…
Le scie chimiche su Wikipedia
Wikipedia e Madre Teresa di Calcutta
Wikipedia e la morte di Napoleone
Wikipedia, cancellazioni in corso
Wikipedia e JFK: sempre più osteria
Wikipedia e gli amici di Hitler
Wikipedia: l’enciclopedia delle controversie
Wikiperla: ancora 11 settembre
Wikiperle: domani è un altro giorno!
Wikiperla: gli antefatti dell’11 settembre
Wikiperla: l’attacco al Pentagono
Le idee confuse di Wikipedia Italia
Wikipedia: Attentati dell’11 settembre 2001
Wikipedia e il complottismo

Ma l’articolo principe di tutto questo è “Wikipedia: la furia di Vituzzu” in cui viene descritta non solo l’ignoranza e l’ottusa prepotenza di questo admin… ops, volevo dire sysop, ma anche le sue conoscenze personali col responsabile della Wikipedia italiana Piero Montesacro nonché la complicità di M7 nello spadroneggiare su Wikipedia.

Ma del resto basta vedere le “radici” di una tale sorgente del sapere il cui fondatore ha comportamenti tanto maturi da annunciare su questa brillante enciclopedia la rottura del suo fidanzamento con la ex la quale, a sua volta “matura” e responsabile, vende i vestiti di lui su ebay. Una coppia che scoppia… di sapienza davvero!

Bisogna però dare atto a wikipedia di una cosa: l’estremo rigore scientifico con cui vengono redatte voci come “Pokémon”, “Dragon ball”, con tanto di documentazioni accuratissime riguardanti varie caratteristiche tipo la sfera di drago, statistiche sul pianeta Namec, evoluzioni dei Sayan, accenni a razze come gli Tsufuru, evolutisi in Oozaru, dati significativi sui livelli di combattimento, l’interessante dossier su Freezer.
Beh insomma, una vera documentazione scientifica utilissima per ricerche in vari campi dello scibile umano.

Ma una cosa che io mi chiedo adesso è quanti altri miei fake, ops volevo dire sock pupet (prego signori toglietevi il cappello a cotal personaggio), quanti miei sock pupet, dicevo, si iscriveranno a wikipedia mentre io sarò occupato a fare ben altro?


Commenti

  1. Wikipedia è una cacata pazzesca!

    RispondiElimina
  2. Purtroppo si, perché è stato dato in amno a dei bimbetti imbecilli che ne fanno il proprio comodo.

    RispondiElimina
  3. Per chi non lo sapesse...Icarus.10 e Giubizza sono la stessa persona...ahahahaha

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È probabile che gli handicappati di Wikipedia ci credano davvero. ;-)

      Elimina
  4. Per i wikipediani io sono dappertutto a quanto pare...

    RispondiElimina
  5. Mi insegni a mandare le mailbomb ? Su wiki c'è scritto che sei brava...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, caro anonimo "sysop", che anche legalmente avete fatto la vostra brava figura di merda.

      Elimina
  6. Me la cavo in parecchie cosette ma proprio in questo no. Non so manco di che si tratta.
    Comunque sono un uomo.

    RispondiElimina
  7. E anche legalmente i cari "sysop" wikipediani italioti hanno azzeccato una bella figura di merda!

    RispondiElimina
  8. Ma che grande figura di merda avete fatto, cari wikipediani!
    Mi avete accusato di un presunto reato, di un "mailbombing" di stacippa, mandandomi a processo. Un processo assurdo e inutile durato la bellezza di sei anni!
    Un processo che non è stato preceduto da uno straccio di indagine. il tutto si fondava su un link presente nelle mail che portava su una pagina col mio nome. Link e pagina che avrebbe potuto fare e mettere chiunque, come chiunque avrebbe potuto inviare questi presunti "mailbombing" del cavolo.
    Un processo in cui il mitico ispettore De Gregori, chiamato a testimoniare nel luglio 2012 per mostrare le "prove" della mia colpevolezza, prove che non sono mai esistite. E infatti questo De Gregorio in quasi tre anni è stato convocato cinque o sei volte e non si è mai presentato proprio perché un cavolo di niente aveva da dire... Lo stesso Benvenuti, un dirigente della Wikimedia, venne a testimoniare che non mi conosceva... Ma se l'accusa era fondata sul fatto che io avevo collaborato con Wikipedia e poi, a seguito di diverbi, avrei inviato questi stracavoli di "mailbombing"?!
    E il tutto, dopo sette anni e mezzo dal presunto avvenimento del denunciato "mailbombing", è finito in prescrizione.
    Adesso sarete soddisfatti dello svolgimento di questo processo-farsa? Quanti altri ne avete intentati di questo ridicolo tipo? Non mi meraviglierebbe se questo non fosse l'unico e che voi siate avezzi e abituati a tali sparate di cazzo contro qualcuno che avete preso ottusamente di mira...
    Ma dopo questa vostra enorme figura di merda giudiziaria dovreste nascondervi per la vergogna se avreste un briciolo di senso della dignità!
    Solo che voi, mi sa, non avete né senso della dignità né dignità.

    RispondiElimina
  9. E salutatemi Vituzzu, Piero Montesarchio e, soprattutto, il mitico Marco Benvenuti! :-P

    RispondiElimina

Posta un commento

AVVISO: Saranno pubblicati solo commenti non deliranti. Grazie per la gentile collaborazione.

Post popolari in questo blog

Gameti e zigote

IL MITO DEL POTERE MASCHILE di Warren Farrell

Maschilismo